Skip to main content

Mirtillo rosso americano

Le protantocianidine contenute nel mirtillo sono molecole ampiamente studiate che ad oggi vantano svariati effetti positivi contro alcuen classi di batteri e di virus. I virus dell’influenza di tipo A e di tipo B (IAV, IBV) sono patogeni principali diffusi tra le popolazioni umane e sono responsabili di epidemie stagionali e pandemie. Le epidemie influenzali annuali causano in tutto il mondo 3-5 milioni di casi di malattie gravi e fino a mezzo milione di morti tra i gruppi ad alto rischio, con un impatto ancora maggiore nei paesi in via di sviluppo. La difesa contro le infezioni da virus dell’influenza (IV) pone ancora una serie di sfide. L’attuale arsenale antivirale contro i virus dell’influenza è in effetti limitato; pertanto, lo sviluppo di nuove strategie anti-influenzali efficaci contro virus antigenicamente diversi è una priorità urgente. L’ estratto di mirtillo rosso americano inibisce la replicazione dei virus dell’influenza A e B (IAV, IBV) in vitro a causa del suo elevato contenuto di dimeri e trimeri di proantocianidine di tipo A (PAC-A).