Skip to main content

Magnesio nello Sport

IL MAGNESIO partecipa a numerosi processi metabolici che svolgono un importante ruolo anche nello sport, per esempio nella produzione di energia e nell’equilibrio elettrolitico che condizionano la funzione muscolare. Durante l’attività sportiva, viene eliminato più MAGNESIO sia tramite la sudorazione, sia attraverso i reni con l’urina. Si  aggiunge un ulteriore consumo a causa delle maggiori attività metaboliche.

Talora la quantità di MAGNESIO apportato attraverso gli alimenti non è sufficiente a mantenere in equilibrio il bilancio dello stesso per le persone che praticano attivamente sport. E’ molto importante, quindi, riempire di nuovo i propri depositi di MAGNESIO nelle fasi di rigenerazione per far fronte all’aumentato fabbisogno.

Se, chi fa sport, assume troppo poco MAGNESIO con gli alimenti per un periodo prolungato, è possibile che ne conseguano manifestazioni come scosse o crampi muscolari o difficoltà nel recupero. Quindi lo sportivo, sia amatoriale che agonista, ha la necessità di integrare, insieme ad una dieta bilanciata e appropriata alle caratteristiche del proprio impegno fisico, elementi nutrizionali che possano aumentare la sua performance e che aiutino il recupero fisico una volta cessata l’attività, evitando quei fastidiosissimi blocchi neuro-muscolari dovuti allo sforzo.

Il MAGNESIO è un minerale molto importante in questo caso specialmente se associato con il NADH. Questo per due ragioni: il NADH partecipa al ciclo di Krebs, che ottimizza la respirazione cellulare e produce energia vitale per la cellula, migliorando le performance muscolari; il secondo motivo consiste nel garantire un processo di assimilazione del MAGNESIO anche a livello intestinale rendendolo più prontamente disponibile. A differenza di altri sali minerali (sodio, potassio, cloro, calcio), il MAGNESIO è quello più difficile da mantenere con una normale alimentazione.

L’assorbimento del MAGNESIO e del calcio può essere limitato in caso di:

  • abuso di te o caffè;
  • ingestione di eccessive quantità di grassi insaturi di origine animale;
  • consumo di pasti complessi;
  • elevata assunzione di alcolici;
  • abusi di fibre e lassativi.

Quindi il MAGNESIO durante l’attività sportiva serve per:

  • migliorare la performance;
  • incrementare la produzione di energia;
  • aumentare la resistenza allo sforzo;
  • ottimizzare l’attività muscolare;
  • regolare la contrazione muscolare;
  • migliorare la coordinazione motoria;
  • diminuire la produzione di acido lattico;
  • evitare crampi neuro-muscolari;
  • ridurre la soglia del dolore da affaticamento;
  • coordinare la termo-regolazione corporea.

Concludendo, il MAGNESIO è un prezioso sostegno da utilizzare prima, durante e dopo uno sforzo fisico.