Skip to main content

Uomini veri e non solo atleti da podio!

Uomini veri e non solo atleti da podio!

I gemelli Dematteis conquistano l'Europa

L’italia trionfa agli Europei di corsa in montagna e, il vincitore dell’individuale, Martin Dematteis deve il suo primo posto al cuore d’oro del gemello Bernard. Da subito Bernard ha dominato la competizione, con un discreto vantaggio, era solo sul rettilineo finale quando ha rallentato e si è fermato per aspettare il gemello e fargli tagliare il traguardo per primo.

“Non voglio passare per altruista o generoso – ha raccontato Bernard dopo la competizione dove l’Italia ha vinto due titoli a squadre oltre che l’individuale – semplicemente, ho scelto così. Sul rettilineo finale, ho aspettato Martin per arrivare con lui, ma al secondo posto”.

Un gesto del tutto naturale, spontaneo per far risplendere il gemello che veniva da un anno buio; lo scorso anno, infatti, Martin Dematteis aveva perso il figlio di 11 mesi e anche se una vittoria sportiva non può colmare quel vuoto, l’affetto degli altri  e il gesto del fratello certo l’hanno aiutato.

Una bella storia, quella dei gemelli Dematteis, che rigenera lo sport dai casi di doping e corruzione degli ultimi tempi. I due, 30 anni, originari della provincia di Cuneo, hanno ereditato la passione sportiva dal nonno Luigi e ne hanno conservato il principio di sana competizione che più volte li ha portati a vincere, insieme, come è accaduto ad Arco di Trento. E sì, perché, come giustamente ha dichiarato Martin “è un titolo che meritiamo entrambi, io e Bernard”.