ITEN

NADH, FONDAMENTALE PER L'ENERGIA

University School of Medicine, New York

NADH (5-nicotinammide-adenindinucleotide ridotto, o coenzima 1) è una sostanza naturale ad azione antiossidante, presente in ogni cellula vivente. È fondamentale per la produzione di energia e per tutti i processi biochimici.
 

GENERALITA'

Il NADH (5-nicotinammide adenin dinucleotide ridotto), o coenzima 1, rappresenta la forma attiva della vitamina B3. In tutte le cellule viventi il NADH svolge una fondamentale azione antiossidante, contrastando i danni causati dei radicali liberi, ma è deputato soprattutto alla produzione di energia biochimica. All'interno dei mitocondri, infatti, il NADH viene ossidato a NAD+, con formazione di acqua e liberazione di energia; questa viene immagazzinata come adenosina trifosfato, o ATP (1NADH = 3 ATP), l'unica forma di energia direttamente fruibile dal nostro organismo, essenziale per qualsiasi reazione biochimica. Le cellule a più elevato consumo energetico, come il cuore, il cervello e i muscoli, necessitano di una quantità maggiore di NADH: quanto più NADH è disponibile, tanta più energia possono produrre, e quanta più energia è necessaria alle cellule, tanto più NADH viene sintetizzato. Il NADH è presente soprattutto nella carne rossa (2.5 mg per chilo), nella carne di pollo, nel pesce e nel lievito, mentre i vegetali non ne sono ricchi quanto i tessuti animali. Poiché la cottura dei cibi e il processo digestivo degradano gran parte del NADH contenuto negli alimenti, un supplemento di NADH (attraverso il consumo abituale di lievito o di un integratore alimentare) può essere utile per incrementarne l'abituale assunzione.



Si trova soprattutto nella carne e nel lievito, meno nei vegetali.

Categoria • Integratore nutrizionale. Tonico.

Proprietà
• Promuove la sintesi di ATP: 
- incrementa le energie fisiche; 
- riduce il senso di fatica.

- Incrementa la produzione di Ach,
- noradrenalina e dopamina:

- rinforza la memoria;

- migliora le capacità di apprendimento;

- favorisce lo stato di vigilanza e la lucidità mentale;

- migliora il tono dell'umore;

- migliora la coordinazione;

- stimola la secrezione dell'ormone della crescita.

• Antiossidante:

- concorre alla riparazione del DNA;

- migliora l'efficienza del sistema immunitario.


Indicazioni
• Stati di facile affaticamento e di stress psico-fisico

• Integratore sportivo

• Antiossidante. Anti-invecchiamento

• Sindrome da stanchezza cronica

• Depressione

• Coadiuvante nel trattamento del morbo di Parkinson

• Coadiuvante nel trattamento del morbo di Alzheimer


Dosaggio consigliato

Il dosaggio varia in funzione dell'età, delle esigenze e della tolleranza soggettive. Il dosaggio medio suggerito, riferito al prodotto puro, varia da 2.5 mg a 15 mg al dì, da assumere 30'-40' prima della colazione del mattino; nel caso di applicazioni a dosaggi terapeutici, l'assunzione di NADH deve avvenire sotto stretto controllo medico.


Tossicità ed effetti collaterali

Ad oggi non sono riportati effetti collaterali, né eventuali interazioni con farmaci. Il sovradosaggio può procare a volte insonnia e ansietà .


Controindicazioni

L'assunzione del NADH deve avvenire sotto controllo medico durante l'infanzia, l'allattamento e la gravidanza. E' invece sconsigliata in caso di alcolismo cronico.

 

 

 

 


RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

1 Lehninger, A.L. Vitamins and Coenzymes, Biochemistry, 2nd Ed.: 337-42. The Johns

Hopkins University School of Medicine, New York: Worth Publishers Inc., 1975.

2 Devlin, T.M. Biochemistry With Clinical Correlations, 3rd Ed.: 559-63. Hahnemann

University School of Medicine, New York: Wiley Liss, 1992.

3 Alberts, B. et al. Energy Conversion: Mitochondria and Chloroplasts. Molecular

Biology of the Cell, 3rd Ed.: 653-720. New York: Garland Publishing Inc., 1994.

4 Gardier, A.M. "Effects of acute and chronic NADH administration on peripheral and

central norepinephrine and dopamine synthesis in the rat." Birkmayer Institut fur

Parkinsontherapie, Internal Lab Report (No. 94070401)

5 Birkmayer, J.G.D. & Vank, P. "Reduced coenzyme 1 (NADH) improves

psychomotoric and physicalperformance in athletes." White Paper Report, New York:

Menuco Corp., 1996. (No. 94070401)

6 Birkmayer, J.G.D. Energy for Life: NADH, The Energizing Coenzyme: 6-11. New

York: Menuco Corp., 1996.

7 Fukuda K, Straus SE, Hickie I et al. Chronic fatigue syndrome: A comprehensive

approach to its definition and study. Ann Inter. Med. 121: 953-959, 1994.

8 Komaroff AL, Buchwald DS. Chronic fatigue syndrome: An update. Ann Rev Med. 49:

1-13. 1998

9 Sharpe MC, Archard LC, Banatvala JE et al. A report chronic fatigue syndrome:

Guidelines for research. JR Soc Med. 84: 118-121, 1991.

10 Bohn B, Nebe CT and Birr C. Flow cytometric studies with Eleutherococcus

senticosus extract as an immunomodulatory agent. Arzneim Forsch. 37: 1193-1196,

1987.

11 Brown D. Licorice root – potential early intervention for chronic fatigue syndrome.

Quart Rev Nat Med. 95-96, Summer 1996.

12 Baschetti R. Chronic fatigue syndrome and liquorice. New Zealand Med J. 108: 156-

158, 1995.

13 Cox IM, Campbell MJ and Dowson D. Red blood cell magnesium and chronic fatigue

syndrome. Lancet 337: 757-760, 1991.

14 Demopoulos HB et al. The possible role of free radical reactions in carcinogenesis. J

Environ Path Tox. 3: 273-303, 1980.

15 Bellanti JA, Forsyth, LM, MacDowell-Carneiro AL, Birkmayer GD and Preuss HG.

NADH and chronic fatigue syndrome: A new therapeutic approach (abstract). Ann

Allergy Asthma Immunol. 80-82, 1998.

16 Birkmayer, J.G.D. & Birkmayer, W. "The coenzyme nicotinamide adenine

dinucleotide (NADH) as biological antidepressive agent experience with 205 patients."

New Trends in Clinical Neuropharmacology. 5:75-78, 1991.

17 Birkmayer, J.G.D., et al. "Nicotinamide adenine dinucleotide (NADH) - a new

therapeutic approach to Parkinson's disease: Comparison of oral and parenteral

application." Acta Neurologica Scandinavia 87 (Suppl 146): 32-35, 1993.

18 Birkmayer W, Birkmayer JGD, Vrecko K, et al. The clinical benefit of NADH as

stimulator of endogenous L-Dopa biosynthesis in Parkinsonian patients. In Advances in

Neurology, vol. 53 (Parkinsons Disease: Anatomy, Pathology, and Therapy), eds. MB

Streifler, AD Korczyn, E. Melamed, et al. New York:Raven Press, 545–49, 1990.

19 Birkmayer, J.G.D. "Coenzyme nicotinamide adenine dinucleotide: New Therapeutic

approach for improving dementia of the Alzheimer type." Annals of Clinical and

Laboratory Science, 26 (1): 1-9, 1996.

ABEKOM
S.L.: Via Guicciardini 3, 10121,Torino
S.O. Strada Antica di Valdellatorre 3,
10040, San Gillio (TO)

333 / 61.12.095
info@abekom.it

P. I.V.A. 10123650011
N.R.E.A. TO1107169